Lammily vs Barbie.

Lammily

ENGLISH VERSION

Quando si dice: vedere le cose da un altro punto di vista.

E chi sa che questo non sia quello giusto. O forse no.

Ad ogni modo resta il fatto che il lancio di Lammily, la nuova bambola, che vuole essere l’alternativa “comune” alla tanto amata Barbie della Mattel, ha fatto discutere e non poco.

Lammily nasce proprio quest anno in America ad opera del designer Nickolay Lamm che la realizza grazie ad una campagna di crowdfunding.

L’idea è quella di restituire alle bambine un ideale di bellezza più vicino possibile alla realtà per imparare a rispettare il proprio corpo diversamente da quanto trasmesso con la Barbie che, come sappiamo, è molto lontana dai canoni della normalità. Lammily, vuole somigliare quanto più possibile alle teenager, con i loro “problemi” di acne, cellulite, smagliature ed avere proporzioni nella norma.

Ma questo prodotto piacerà alle bambine?

Non resta che apettare gli sviluppi nel tempo.

Intanto ditemi la vostra: Barbie o Lammily?

 

barbie vs lammily

Annunci

2 pensieri su “Lammily vs Barbie.

  1. Io sono cresciuta con distese di Barbie e non ho avuto complessi, né mi sono mai sentita in dovere di comparare il mio aspetto a quello della bambola bionda…. Ma erano tempi diversi! Ora le bambine diventano grandi prima, si accorgono prima di quello che le circonda e vengono a dir poco bombardate da un canone di bellezza eccessivo e irrealistico. Ho avuto una bimba a scout che a nove anni già si sentiva grassa (ed era solo qualche chiletto in più) si confrontava con le coetanee più carine, e già faceva discorsi che ci hanno fatto temere una caduta nell’incubo dell’anoressia.
    Certo una bambola più realistica non risolverà il problema, ma forse può essere un piccolo passo verso una mentalità più sana 😉

    Liked by 1 persona

    • Grazie cara per aver apporto un po’ della tua personale esperienza in questo spazio 🙂
      Anche io son cresciuta attorniata dalle Barbie, ma le ho sempre viste come un gioco, le ho sempre ritenute irreali, anzi ti dirò di più, le utilizzavo per costruire i modellini per cucire dei vestitini e poi organizzavo grandi sfilate. 🙂 Ma hai ragione: erano altri tempi.
      Se questa bambolina servisse almeno a far capire che non è necessario a tutti i costi omologarsi ma è bello accettarsi per ciò che si è, che alla fine è la cosa che ci rende unici, allora ben venga.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...